24.3.05

Da "Mods" genn/febb 2005

RECENSIONE AL CONCERTO DEL 10/12 /2004 al "Padiglione 14" di Collegno (TO)

...Sono ormai le 23.30 quando il papà dei mods italiani , Tony Face , e la sua band salgono sul palco del Padiglione per intrattenere le nostre orecchie con la loro splendida performance.
Io li avevo già visti a Pasqua in occasione del 45° Raduno Mod Italiano , ma devo dire che per quanto possibile i Link Quartet hanno fatto un ulteriore passo avanti sia dal punto di vista tecnico che da quello compositivo.
La band è infatti forte delle tantissime date macinate sia in Italia che all'estero (non dimentichiamo il tour di questa estate in USA !!) nonchè della recente uscita del nuovo album dal titolo "Italian playboys".
Questo nuovo CD , la cui stampa è curata per l'Europa dalla nostrana RecordKicks e per gli USA dalla HammondBeat , è una conferma di quanto di buono era già contenuto nel precedente "Beat It" , risultando al contempo più vario.
La scaletta live alterna con sapienza pezzi dafgli ultimi due lavori lasciando spazio a due pezzi cantati con amestria da Arnaldo Dodici , ovvero "Le baccalà" di Nino Ferrer e la cover in italiano di "I'm a man " come già reinterpretata nei 60's dal Patrick Samson Set , il tutto condito dalla capacità strumentale di Apollo Negri che nulla ha da invidiare ai musicisti che hanno fatto la leggenda dell'hammond.
Alla fine del concerto Tony preso da una crisi alla Keith Moon tira giù la batteria ma la distruzione è solo apparente e i nostri in mezzo agli applausi possono ancora deliziarci con due bis.
I Link Quartet si sono riconfermati come una delle migliori bands mod , e non solo , in circolazione:
se nelle loro preregrinazioni passano dalla vostra città , sapete cosa fare !!!