19.10.04

ITALIAN PLAYBOYS FIRST PREVIEW...


"Italian Playboys" mi è arrivato... che dire, mi aveva spaventato l'e-mail precedente dove dicevi che avreste cambiato, e "cambiamento" alle volte vuol dire "sradicamento". Non è stato il vostro caso. "I. P." è meglio di "Beat.It", è più vario e più tecnico. Il disco che mi aspettavo, per certi versi, e che al contrario mi ha sorpreso per altri. Le mie canzoni preferite sono "Spider baby", "Janine" e soprattutto "The monster of Milwaukee", che, se fossi un regista, non esiterei a mettere in una soundtrack. Rinnovo i miei complimenti e ribadisco che i Link Quartet sono il mio gruppo italiano preferito. Con "Italian Playboys" ne ho avuto la conferma. A presto, e appena escono le recensioni ti avviso.

ARMANDO AUTIERI (Rock Sound)